Ossa della testa o cranio

La testa è la parte più alta (o craniale) del corpo ed è unita al tronco tramite il collo.

Le ossa della testa costituiscono nel loro insieme il cranio; nel caso di un cadavere questa stessa parte di scheletro può anche essere chiamata teschio.

Piano di divisione del cranio in neurocranio e viscerocranio.
Piano di suddivisione del cranio.

Lo scheletro della testa (ovvero il cranio o teschio) viene distinto in due parti in continuità tra di loro:

  • il neurocranio o scatola cranica, che è la parte dorsale e craniale;
  • il viscerocranio o splancnocranio o scheletro della faccia, che è la parte ventrale e caudale.

Queste due parti presentano delle ossa proprie e alcune ossa in comune.

Neurocranio

Il neurocranio è costituito per la massima parte da ossa piatte che delimitano la cavità cranica in cui è racchiuso l’encefalo. Esso rappresenta la parte posterosuperiore del cranio.

Le sue ossa sono 8 in totale, di cui quattro impari e mediane (frontale, etmoide, sfenoide, occipitale), quindi situate su un piano saggittale mediano, e quattro pari e simmetriche (le due ossa parietali e le due ossa temporali) situate lateralmente.

Piano di divisione del neurocranio in volta e base.
Base cranica e volta cranica.

Il neurocranio può essere ulteriormente suddiviso in volta cranica e base cranica, separate tra loro da un piano immaginario, inclinato dall’avanti verso dietro e dall’alto verso il basso, che unisce la glabella dell’osso frontale alla protuberanza occipitale esterna.

Volta cranica

La volta cranica (o calotta) è costituita da:

  • parte dell’osso occipitale;
  • parte delle ossa temporali;
  • parte dell’osso sfenoide;
  • parte dell’osso frontale;
  • le ossa parietali.
Ossa del cranio.
Ossa della testa.

Base cranica

La base cranica (o basicranio) è formata da:

  • parte dell’osso occipitale;
  • parte delle ossa temporali;
  • parte dello sfenoide;
  • parte del frontale;
  • parte dell’etmoide.

L’osso sfenoide, il frontale e soprattutto l’etmoide prendono parte anche alla costituzione del viscerocranio.

Viscerocranio

Il viscerocranio rapresenta la parte anteroinferiore del cranio. Le ossa del viscerocranio delimitano cavità viscerali (ovvero che accolgono organi), come le cavità orbitarie, o cavità rivestite da mucosa, come le cavità nasali e la cavità orale.

Le ossa del viscerocranio sono in numero di 14, strettamente unite da suture, eccetto la mandibola che è mobile. Di queste ossa, ben 12 ossa sono pari e simmetriche (dunque un osso per lato):

  • il mascellare;
  • lo zigomatico;
  • il nasale;
  • il lacrimale;
  • il palatino;
  • la conca nasale inferiore.

Soltanto 2 ossa sono impari e mediane:

  • il vomere;
  • la mandibola.

A queste, in realtà, bisogna aggiungere anche parte dell’osso frontale, parte dello sfenoide e parte dell’osso etmoide, già nominati nella descrizione del neurocranio in quanto condivise con esso.

Osso ioide: l’osso del collo

Anche l’osso ioide viene generalmente indicato come osso del cranio, in particolare del viscerocranio, nonostante esso faccia parte dello scheletro del collo. Il motivo risiede nella sua origine embriologica, perché l’osso ioide ha origine dagli archi branchiali come la mandibola.

Osso ioide.
Osso ioide.

Ad ogni modo, è utile che la sua descrizione sia collocata in appendice alle ossa del cranio dato che l’osso ioide è unito da legamenti e muscoli alle ossa del cranio.

2 Risposte a “Ossa della testa o cranio”

    1. Vorrei precisare che scatola cranica e cranio sono due definizioni ben diverse, anche se spesso usate come se fossero sinonimi.
      Per scatola cranica si intende il solo neurocranio che ha 8 ossa in totale, come scritto anche nell’articolo.
      Invece sono in totale 22 le ossa del cranio, considerato nel suo insieme di neurocranio e viscerocranio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up